Calcio
"Niente giorni liberi, i ragazzi hanno accettato volentieri"
Baldo Raineri parla del suo Chiasso che sabato è andato sotto di tre gol prima di rimontare
Pubblicato il 13.09.2021 12:47
by Carlo Scolozzi
Non è un tecnico che ama i giri di parole Baldo Raineri, il Mister del Chiasso dice pane al pane e vino al vino. Lucida quindi la sua analisi della trasferta a due facce in casa del Basilea U21.
Cosa non ha funzionato nel primo tempo, in cui eravate sotto 3-0?
"È capitato quello che capita a tutte le squadre: non siamo pervenuti. Nella ripresa, invece, abbiamo affrontato il match con un altro piglio e oltre a pareggiare avremmo anche potuto vincere e fare quindi bottino pieno".
Come si spiega la reazione della ripresa?
"La squadra ha giocato con un altro atteggiamento e pure i cambi hanno avuto il loro ruolo. Punti nell'orgoglio abbiamo reagito, ma non si deve aspettare di trovarsi in una situazione simile per poi reagire. In ogni caso sottolineo che, come età, dopo le U21 ci siamo noi quindi partite come quella di sabato possono starci. Inoltre giocavamo contro un avversario di valore, con giovani di prospettiva".
Tra i marcatori, oltre a Maurin, Laghi con la sua doppietta. È stato un acquisto azzeccato.
"`Si tratta di un ragazzo interessante, che deve ancora ambientarsi nel nuovo campionato. Non diciamo però che è Van Basten, perché in questo ambiente si mettono e si tolgono facilmente troppe etichette".
La squadra ha capito di aver sbagliato.
"I ragazzi, come me, sono infastiditi e quindi hanno accettato di buon grado di utilizzare i giorni liberi di domenica e di martedì per allenarsi, perché hanno capito che dobbiamo lavorare ancora di più".
Lei vuole fare bene per vari motivi.
"Veniamo da un mancato obbiettivo raggiunto nel campionato precedente, che dobbiamo riscattare col gioco e coi risultati. Inoltre siamo un club  di riferimento e vogliamo dare soddisfazioni alla proprietà, ai dirigenti e ai tifosi".
Il prossimo weekend c'è la Coppa Svizzera e il Porrentruy.
"Giochiamo contro una compagine di Seconda Interregionale, ma in una partita può succedere di tutto. Noi vogliamo proseguire il cammino e pescare un avversario dal nome altisonante, che ci regali una giornata di festa come accaduto la scorsa stagione con Zurigo e Lucerna".