Hockey
Dal ghiaccio al tavolo verde
Roman Hrabec racconta la sua esperienza da giocatore di poker professionista
Pubblicato il 25.11.2021 08:45
by Red.
Dalla scorsa estate il 25.enne ceco Roman Hrabec ha lasciato l’hockey per diventare un giocatore di poker professionista.
Una nuova avventura, che l'ex GDT Bellinzona  racconta al Corriere del Ticino dagli Stati Uniti.
«Tutto è iniziato 4 o 5 anni fa, quando sono tornato in Cechia per far visita alla mia famiglia. Una sera notai che mio fratello stava giocando su una piattaforma di poker online, scommettendo qualche centesimo. Mi ha subito incuriosito, e così ho deciso di scaricare la stessa applicazione, muovendo i miei primi passi».
«In spogliatoio capitava spesso di giocare d’azzardo e così, anche con i miei compagni di squadra, mi sono più volte cimentato in questa disciplina. Ma state tranquilli, le puntate non erano mai alte e non ho quindi lasciato in mutande nessuno, anche se spesso vincevo».
«Di recente ho trascorso due mesi in Messico per disputare un grande campionato di poker online. Ho perso quasi sempre e a livello finanziario sono uscito in negativo da questa esperienza, ma sono comunque molto contento di averla vissuta. Ho infatti imparato che a volte è necessario fare un passo indietro quando le cose vanno male, per resettare la mente e ricominciare con maggiore freschezza. In questo senso la mia esperienza come giocatore di hockey mi è di enorme aiuto». 
«La prova più importante a cui ho preso parte è stato il «No-Limit Hold’em Main Event», il cui prezzo d’iscrizione era di 10.000 dollari e il premio per il primo classificato di 8 milioni. Sono arrivato 72. su oltre 6.500 partecipanti, vincendo 95.000 dollari. In un altro torneo invece sono arrivato 6.,vincendo 35.000 dollari».