Motociclismo
La legge del più forte
Fabio Quartararo non ha rivali e sta imponendo il suo dominio
Pubblicato il 06.06.2022 07:03
di Giada Milanese
Il Gran Premio della Catalogna ha smosso la terra fin troppo tranquilla dell'orticello della MotoGP. Quartararo è il vero uomo da battere. Ha controllato la gara in maniera esemplare, si è portato in testa e a scapito di un motore meno potente rispetto ai cavalli dei suoi avversari ha concluso vincendo, con un notevole vantaggio. Tosto al punto giusto e scavezzacollo, ma senza mai commettere un errore, regna sovrano. Chi conosce la sua storia, sa quanto questo ragazzo abbia lavorato su se stesso e sugli errori commessi in passato. Il pilota francese ha dimostrato che a volte il talento non esplode subito, ma si costruisce, si deve lavorare come l'argilla e quando prende forma diventa un'opera d'arte: tale è quello che lui sta facendo questa stagione con la sua Yamaha. Alexis Espargaro ha deciso di dare un taglio alla sua corsa e immaginandosi una bandiera a scacchi inesistente, ha buttato alle ortiche il gran bel secondo posto che stava per portarsi a casa. Il vortice enorme di emozioni, la grande voglia di conquista e una millimetrica deconcentrazione gli hanno giocato uno scherzo, tuttavia a uno come lui, per quello che sta facendo con questa straordinaria Aprilia, si può proprio perdonare. Pecco Bagnaia e la fortuna sono attualmente in una relazione complicata. Una gara stravince, viaggiando come un missile rosso verso la vittoria, la gara dopo viene sbalzato in un altro emisfero dalla testa non dura, durissima, del buon Nakagami che la combina grossa. Il giapponese ha fatto il passo più lungo della gamba e si è reso protagonista di uno dei pochissimi sorpassi sul circuito, ma la sua è stata una mossa mal calcolata, che oltre a coinvolgere il Ducatista, ha travolto l'incolpevole Alex Rins, rompendogli un polso. Enea Bastianini ha raccolto sassolini ai margini della pista, forse dopotutto anche per lui le pressioni si fanno sentire. Marc Marquez saluta da un letto d'albergo degli Stati Uniti. Torna presto caro Marc che lo spettacolo ne ha bisogno.