LA SCIMITARRA
Jaco miglior tecnico per i bianconeri, Hamilton contratto vergognoso
Serge Pelletier: un'altra telenovela come quella di Greg Ireland
Pubblicato il 08.02.2021 11:34
by Mauro Antonini
Jacobacci, stucchevole telenovela
Settimana di passione per il tecnico bianconero. Il pareggio contro il Vaduz (che tanto debole non è, chiedere lumi allo Zurigo!) lo ha rimandato alla gogna pubblica. Dapprima il presidente Angelo Renzetti, che non ha apprezzato i suoi cambi durante la partita; poi la stampa che non ha mancato di attizzare il clima con interviste, commenti e sondaggi. Una situazione surreale e che rischia di ritorcersi contro la squadra e l’ambiente. Riflessione: ma come si fa a mettere in discussione l’allenatore che ha conquistato il maggior numero di punti dopo 17 giornate da quando il Lugano è tornato in Super League? Ma come si fa a metterne in dubbio le capacità tecnico-tattiche? Solo perché ha scelto un sistema di gioco che si è rivelato azzeccato e non vuole cambiarlo? A proposito: il bravo tecnico è quello che sa sfruttare al meglio le caratteristiche dei propri giocatori. Jacobacci, umile e modesto ma tutt’altro che sprovveduto e acconsenziente, l’ha capito e il Lugano oggi è una bella realtà del nostro campionato. Poi Renzetti potrebbe anche decidere di non confermarlo: è un suo diritto, ci mancherebbe. Noi tuttavia siamo convinti che in questo momento Jaco resti il miglior tecnico per i bianconeri. E poi un pizzico di continuità non fa mai male. O no?
HCL, quelle parole di troppo…
Da un caso all’altro: da Maurizio Jacobacci a Serge Pelletier. Anche il canadese, nonostante i buoni risultati (sei vittorie di fila dopo una lunga serie di “rovesci”, 6 sconfitte in 9 incontri, è bene ricordarlo) non ha il posto garantito per il futuro. Il club del resto mantiene un profilo basso in merito: la situazione è delicata, vedi pandemia, e bisogna andare con i piedi di piombo. Se ne riparlerà ad aprile. Ci sembra comunque di assistere ad un film già visto, alla telenovela HCL-Greg Ireland. Ricordate? Subito dopo la finalissima del 2018 al tecnico nordamericano, che lo avrebbe meritato, non venne rinnovato il contratto. Tutti sappiamo come andò a finire. Ora: c’è il pericolo che la situazione si ripeta e perciò va chiarita immediatamente. Se l’HCL vuole prendere Mc Sorley e dare il ben servito a Serge lo dica con chiarezza, senza troppi giri di parole evitando di raccontare quella un nostro collega ha definito “bugia bianca”, una bugia detta a fin di bene. Già, perché a quelle parole finite sulla stampa del DS Domenichelli “ho chiamato Chris Mc Sorley per fargli gli auguri di Buon Anno e per sapere se avesse firmato per il Berna” non ha creduto nessuno.
40 milioni ad Hamilton? Immorali…
Secondo un portale tedesco (e con tanto di conferma sulla Gazzetta dello Sport) sembra che il sette volte campione del mondo Lewis Hamilton stia per rinnovare con la Mercedes per altri due anni, con una opzione per il terzo. E sin qui nulla di strano, anche se ultimamente erano uscite delle voci di un possibile ritiro del britannico. Ma fa invece scalpore la cifra che andrebbe a guadagnare: 40 milioni di euro l’anno! E la richiesta iniziale, sempre secondo il sito di cui sopra, sarebbe stata di 70 milioni. Che cosa dire di fronte a questi numeri? Poco o nulla: visto il momento che sta attraversando l’umanità ( la pandemia sta provocando contagi e morte ma anche un inasprimento della povertà) ci chiediamo se questo nuovo contratto non sia immorale e, pure, vergognoso. Giriamo la domanda a Toto Wolf e ai suoi colleghi di Stoccarda.
(foto Putzu)