PENNA ROSA
Ronaldo, un Re Mida che suda
"Se credi di essere già perfetto, non lo sarai mai”. Parola di marziano
Pubblicato il 13.02.2021 09:09
by Valentina Marchi
Quant’ è bella giovinezza, che si fugge tuttavia... vale per tutti o quasi, tranne che per lui. Cristiano Ronaldo, nato sotto il segno dell’acquario, ha da poco compiuto 36 anni, eppure al pari di un ragazzino entra in campo brillante, scattante e con quell’ insaziabile fame di gol. Fra un nuovo sponsor e una seduta di crioterapia lui è l’esempio di come si può capitalizzare il tempo che passa. Determinato e caparbio lui è talento mischiato a volontà. Per il campione "volere è potere". Quando vediamo CR7 in campo non vediamo solo un uomo che corre dietro a un pallone, vediamo anche l’uomo che prova ogni volta a superare se stesso, i suoi limiti, i suoi record personali. Sarà quello il suo elisir: superarsi. Tutto gli viene facile, tutto ci sembra facile, ma l’onestà intellettuale ci dice che non è così. Anche Cristiano suda per essere il Re Mida che è. Ce lo dice il suo stile di vita impeccabile: dieta misurata al grammo, riposo col minutaggio, martellante preparazione atletica. Il fenomeno punta tutto sulla rapidità d’azione: i suoi tocchi di palla sono lampi che gli avversari in tempo reale non vedono. I tiri in porta arrivano come stelle cadenti quando meno te l’aspetti. Con lui sembra calcio a due velocità: quella degli altri e la sua. È atterrato da Marte, facciamocene una ragione. "Se credi di essere già perfetto, non lo sarai mai”. Parola di marziano. E se lo dice lui.