SCOPRITE DOVE SONO GLI EX LUGANO
Si scrive Serie B, si legge Lugano
Da Cornaredo alla cadetteria italiana: l'ultimo è il pescarese Odgaard
Pubblicato il 20.02.2021 13:13
by Carlo Scolozzi
Guardi il campionato italiano di Serie B e ti sembra di snocciolare un elenco di ex Lugano. Nella cadetteria d'oltre confine, infatti, non manca gente che ha calcato l'erba di Cornaredo: c'è chi ha più fortuna e gioca titolare e chi è chiamato a conquistarsi il suo spazio con più difficoltà. 
Chi sorride per l'impiego, non per la sorte, è il centrocampista Domen Crnigoj, che a causa di un problema muscolare è out per 3-4 settimane. In compenso, quando è arruolabile, Mister Paolo Zanetti punta forte sul suo soldato di centrocampo.
Non può lamentarsi del suo impiego neanche la punta Jens Odgaard, che dovrebbe ripagare tanta fiducia e invece ieri sera a Frosinone si è mangiato il gol che avrebbe consegnato tre punti al Pescara del tecnico Gianluca Grassadonia, che ha rimpiazzato Roberto Breda in settimana. A metà campo Edoardo Masciangelo ha disputato in Ciociaria 90'. José Machin invece solo gli ultimi 20.
Chiede spazio a Salerno all'allenatore Fabrizio Castori il mitico Frédéric Veseli, oggi riserva ad Ascoli. Mitico perché ai tempi del Lugano di Zdenek Zeman fu protagonista di una freddura del boemo circa la sua convocazione in nazionale. "Sono contento per ragazzo e preoccupato per Albania".
Nicola Dalmonte ha disputato il secondo tempo contro la Spal, coinciso con la rimonta del suo Vicenza da 0-2 a 2-2. 
Il più felice della compagnia è Yao Guy della Reggiana di Mister Massimiliano Alvini, che oggi a Cittadella ha fatto gol dopo due minuti. A festeggiarlo, tra le riserve, l'ultimo ex Lugano della lista: Ivan Varone.