CALCIO: IL PRESIDENTE RENZETTI PARLA DELLA SCONFITTA E DEL MOMENTO DELLA SUA SQUADRA
"Adesso non facciamoci venire cattivi pensieri"
Il presidente del Lugano Angelo Renzetti rimane sereno dopo la sconfitta con il Lucerna
Pubblicato il 21.02.2021 18:33
by Red.
Nonostante la bruciante sconfitta, il presidente del FC Lugano Angelo Renzetti è intervenuto in maniera molto serena nel post-partita sulla pagina Facebook di Ecodellosport.ch.
“Purtroppo è un momento in cui gira male: prima forse ci girava tutto troppo bene. È il calcio e soprattutto questo campionato così equilibrato. Sono gli episodi che fanno la differenza e noi nell’azione del terzo gol abbiamo commesso tre errori di fila. Non sono cose che succedono sempre fortunatamente”.
Sulla classifica il presidente non cambia l’idea delle ultime settimane.
“Sappiamo di essere in grado di vincere ma anche di perdere con tutti. A parte lo Young Boys c’è un grande equilibrio ed è chiaro che in queste tre partite casalinghe si pensava di fare qualche punto in più. Si poteva vincere sia col Servette sia oggi e invece nelle ultime tre gare abbiamo racimolato solo un punto. Sarà importante mantenere la testa libera e non farsi intaccare dal pessimismo, senza farsi venire cattivi pensieri”.
Baumann nelle interviste a fine partita ha detto che il Lucerna ha cercato di più la vittoria: d’accordo?
“Credo faccia parte del loro modo di giocare, di un calcio più offensivo rispetto al nostro. Celestini a un certo punto ha tolto un difensore e ha messo un attaccante. Noi lo sappiamo che non giochiamo benissimo, abbiamo il nostro stile, ma anche oggi con tante assenze abbiamo comunque tenuto bene il campo”.
Jacobacci ha tolto invece un attaccante e messo un difensore: Oss al posto di Gerndt.
“Credo che il cambio fosse giusto in quel momento, abbiamo cercato di rinforzare la difesa. Non penso che abbiamo perso per questo motivo”.
Jacobacci in conferenza stampa ha criticato l’arbitro.
“Non abbiamo perso per colpa degli arbitri, non voglio cercare alibi, ma ormai è evidente che spesso con noi utilizzano due pesi e due misure”.
Gran partita di Bottani: d’accordo?
“Assolutamente sì. Per me è stato il migliore in campo. Mi è piaciuto anche Covilo a parte l’errore che ha dato il via all’azione del terzo gol. Ha qualche difetto, soprattutto quando è stanco sbaglia dei palloni se deve fare il regista, ma se non fosse così non sarebbe a Lugano”.
Come ha visto Guidotti?
“Ha fatto un bell’assist nell’azione del 2-1 ma non può ovviamente bastare. Oggi aveva l’occasione per mostrare il suo valore ma ha giocato al di sotto delle aspettative. Purtroppo manca ancora di personalità e fa ancora pochi passaggi di prima. Vedo che lui, come anche gli altri giocatori, commettono sempre gli stessi errori. Spero che lo staff tecnico li faccia vedere nei video del dopo-partita affinché i giocatori possano migliorare”.
Intanto è arrivato Reto Ziegler.
“È un elemento di grande esperienza che si è messo a disposizione senza pesare troppo sul nostro bilancio. Direi che economicamente è un’operazione omeopatica. Vuol giocare per i prossimi tre mesi e poi vedremo: con i problemi fisici di Maric e con Kesckes che andrà all’Europeo e perciò non so come affronterà psicologicamente le ultime partite di campionato, credo che l’arrivo di Ziegler abbia un senso”.