CALCIO: DEGENNARO DAL SION ALL'YVERDON
"Il presidente ha capito, ma noi due resteremo comunque legati"
Marco Degennaro parla della sua nuova avventura a Yverdon e del legame con Constantin
Pubblicato il 07.06.2021 11:52
by L.S.
Dopo una (seconda) vita a Sion è giunto il momento di cambiare. Nuova aria, nuovi stimoli e un ruolo che con il tempo potrebbe riportarlo più vicino al campo.
Marco Degennaro negli scorsi giorni ha lasciato il club del presidente Constantin per abbracciare l'Yverdon, squadra ambiziosa che è tornata in Challenge League.
Non dev'essere stato facile dire addio al Sion ma Degennaro, nonostante un contratto in essere di ancora quattro (!) anni, ha preferito cambiare.
"Ne avevo parlato con il presidente prima della partita con il Lugano: speravamo di poterlo comunicare prima ma abbiamo dovuto aspettare sino alla salvezza della squadra, che finalmente è arrivata".
Nella sua testa l'idea frullava da un po'.
"Ogni tanto nella vita ti rendi conto che un percorso si chiude e gli ultimi anni sono stati piuttosto duri. Anche quello appena concluso è stato complicato e mi sono reso conto di non aver più l'energia necessaria da dare a questo club".
Il presidente ha accettato nonostante il dispiacere.
"Credo che da grande persona e amico qual è, abbia capito la mia decisione. Certo, ha cercato di prendere tempo, ma poi mi ha assecondato. Tra l'altro la scelta di andare all'Yverdon va bene a tutti e due".
In che senso?
"Nel senso che per il 25% resterò a lavorare per il Sion, mi occuperò di aspetti immobiliari, commerciali e sportivi. Nel campo sportivo potrò facilitargli qualche contatto se ne avranno bisogno, per quanto riguarda invece la partita commerciale continuerò a dargli una mano nella ricerca degli sponsor mentre a livello immobiliare sto seguendo un paio di progetti che mi appassionano".
E a Yverdon cosa farà?
"Inizialmente farò il direttore generale, nel senso che devo dare una struttura di Challenge League a questo club che è appena stato promosso. Poi in futuro credo che potrò affiancare l'attuale direttore sportivo e occuparmi un po' di più anche di questo aspetto".
E l'obiettivo dell'Yverdon e del suo presidente Di Pietrantonio?
"Si vuole consolidare la categoria, disputare un buon campionato e negli anni diventare un club sempre più importante. Questa è una bella piazza e sono sicuro che potremo fare cose molto interessanti".