Calcio di 50 anni fa
Un pomeriggio che vale un’annata
 Il Gambarogno è in Divisione Nazionale B
Pubblicato il 08.06.2021 08:41
by Giorgio Keller
Dal Giornale del Popolo di lunedì 5 luglio 1971:
“Oggi, sul terreno di Buochs, al termine di un incontro storico, l’undici ticinese ha strappato coi denti quel punto che ancora gli mancava per accedere alla categoria superiore.
Scene di indescrivibile entusiasmo sono succedute alla fine dei tiratissimi 90' con i giocatori e dirigenti portati in trionfo verso gli spogliatoi. La partita non è stata gran che, ma naturalmente non si poteva pretendere di più dai ticinesi che, tartassati dalla sfortuna in queste ultime domeniche, hanno lottato con un ardore commovente.
Così oggi a Buochs è avvenuto iI miracolo, il miracolo del cuore. Evviva il Gambarogno. Ci sembra superfluo dilungarci in una cronaca dettagliata. Limitiamoci a dire che il primo tempo è stato equilibrato con un paio di occasioni mancate dai locali per un ette, e un gran tiro di Berini deviato miracolosamente dal portiere Nigg, mentre nella ripresa i ticinesi hanno chiuso la saracinesca davanti a Dellea, e malgrado, i numerosi pericoli scampati hanno portato a termine l’incontro imbattuti, salutati dal delirante boato del pubblico. Senza far torto a nessuno non possiamo sottacere la superlativa prestazione di Zucchelli, autentico gladiatore davanti a Dellea”. Diego Invernizzi
Buochs-Gambarogno 0:0
GAMBAROGNO: Dellea; Cotta,
Ciolina; Corghi, Zucchelli, Menin; Sartori, Berini, Ritschard
(Barassi), Tribolet, Riva (Arpone).
Arbitro: Favre di Echallens (padre del futuro calciatore Lucien Favre).
Note: Buochs in campo con Arnold (padre della futura consigliera federale Ruth Arnold) e Wolfisberg, futuro allenatore della Nazionale.